ORDINANZA SINDACALE DEL 13.04.2020 - SPOSTAMENTI E ATTIVITA' FISICA

Pubblicato
Data di scadenza

AVVISO ALLA CITTADINANZA

IL SINDACO

RITENUTO necessario ricorrere all’esercizio del potere dell’ordinanza contingibile ed urgente, allo scopo di contrastare la diffusione dell’emergenza epidemiologica, adottando misure efficaci di contenimento della propagazione del virus, a tutela della salute dei cittadini;

AMMESSI gli spostamenti nei termini e modalità consentiti dal Decreto Legge 25 marzo 2020, che prevede che gli stessi siano giustificabili, previe le autocertificazioni di legge, esclusivamente per:

• Comprovate esigenze lavorative;
• Assoluta urgenza;
• Situazioni di necessità;
• Motivi di salute;

ORDINA

In via precauzionale, con effetto immediato, al fine di prevenire il rischio di diffusione del COVID-19 nell’ambito del territorio comunale, di prorogare l’ordinanza del 04.04.2020, n. 8, nelle seguenti modalità:
• fino al 3 maggio 2020,
- Le tassative motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (per lavoro, ragioni di salute o altre necessità come, ad esempio, gli acquisti di generi alimentari) devono sussistere anche in caso di utilizzo delle biciclette, di spostamenti a piedi e con qualsiasi altro mezzo di circolazione. Se la motivazione dell’uscita dalla propria abitazione è l’esercizio indispensabile dell’attività motoria individuale (passeggiata per ragioni di salute dimostrabile in caso di accertamento) o sia l’uscita con l’animale di compagnia, è obbligatoria la permanenza in prossimità della propria abitazione e comunque non oltre i 1.000 metri dalla stessa;

- di integrare l'ordinanza del 16.03.2020 n. 2 stabilendo la chiusura di tutti i parchi pubblici e aree verdi del territorio Comunale.
L’esclusione delle uscite, al di fuori degli stretti limiti suddetti, e pertanto tutti gli spostamenti (con qualsiasi mezzo, anche ciclomotori o biciclette) sono ammissibili tassativamente per le quattro circostanze sopra elencate.

DISPONE

1. Di dare adeguata pubblicità al presente provvedimento mediante la sua pubblicazione all’Albo Pretorio Comunale e sul sito istituzionale;
2. Che copia della presente ordinanza sindacale sia trasmessa al Prefetto di Firenze; Sindaco di Città Metropolitana; Comando Stazione Carabinieri; Comandante della Polizia Municipale.
 

AVVERTE
L'inottemperanza al presente provvedimento è punita ai sensi dell’art. 650 del Codice penale, stante la previsione dell’art. 4, ultimo comma, del Decreto del Presidente dei Ministri 8.3.2020, di cui la presente ordinanza costituisce provvedimento attuativo e salvo che il fatto costituisca più grave reato.
Avverso la presente ordinanza è esperibile ricorso avanti al T.A.R. della Toscana, entro il termine di sessanta giorni e ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di centoventi giorni, termini che decorrono dalla data di pubblicazione.